Acquistare un prosciutto Pata Negra con un 5% di sconto

Codice Sconto Spanishtaste

Per ringraziare i nostri lettori, vogliamo offrire loro un codice di sconto che permetterà di acquistare un prosciutto Pata Negra nel nostro negozio con una riduzione del 5%.
Bisogna solo inserire il codice “PATA5” al momento del pagamento e lo sconto sarà applicato automaticamente.

Sfrutta questa occasione per acquistare uno dei migliori prosciutti iberici al mondo al miglior prezzo.Bottega Spanishtaste
Spanishtaste.it

I 5 migliori prosciutti Pata Negra 100% Iberico

Prosciutto Pata Negra Bellota

Una delle prelibatezze della nostra gastronomia è il prosciutto pata negra iberico, proveniente da maiali allevati in libertà nei pascoli ed alimentati esclusivamente con ghiande, che lo rende differente dal resto.
Non esiste aperitivo, pranzo o celebrazione nei quali non appaia un piatto di prosciutto, chiave della dieta mediterranea.
Per gli amanti del prosciutto, esistono diversi tipi degni di riconoscimento. Son questi i cinque migliori prosciutti iberici. Tutti venduti sul sito web spanishtaste.it

 Cinco Jotas. Sanchez Romero Carvajal, questa casa di prosciutti esiste da 130 anni. Il suo segreto è prima di tutto la purezza della razza, che in tutti questi anni non ha subito incroci; gli animali, inoltre, vengono allevati in libertà nei pascoli del sud-est peninsulare nella Sierra Morena, nonché alimentati unicamente a base di ghiande. Il prezzo di un prosciutto di 6 kg è di 450 Euro, mentre quello di una paleta iberica di 4-5 kg costa circa 140 Euro.

 Monsalud, iberico puro alimentato con ghiande. Centenari e provenienti dall’ Extremadura, questi maiali possiedono la Denominazione d’Origine Dehesa de Extremadura e crescono nei monti di Montanchez, dove le condizioni climatiche fanno sí che i prosciutti siano unici e dipendano dal tempo. Controllati uno ad uno ed elaborati individualmente, producono annualmente solamente 3.500 maiali di razza iberica. Il prezzo di un prosciutto di 6 kg è di 365 €.

SRC di Sánchez Romero Carvajal. Con più di 130 anni di attività, questa casa di prosciutti onubense si prende cura e coccola i maiali in maniera squisita, misurando i loro passi e facendo in modo che i maiali si abituino ad una rutina di buona alimentazione e vita salutista camminando tutti i giorni, nonché garantendo la purezza della razza. Il prezzo è di circa 300 Euro per un prosciutto di 7 kg.

Pedro Nieto. Denominazione d’Origine Guijuelo. Questi prosciutti sono elaborati durante un lungo processo, che insieme al clima, al terreno, alla temperatura e alle innovazioni tecnologiche, ottiene un prosciutto ottimo che mantiene il caratteristico sapore e colore, roseo e con la parte grassa dorata. Il prezzo di un prosciutto di 7 kg é di 300 €.

Joselito Gran Reserva. Un prosciutto fino, invecchiato 36 mesi, proveniente da maiali allevati nei pascoli ed alimentati con frutti del campo che dipendono dal clima. Non contengono conservanti, né glutine, né lattosio, con un colore che oscilla tra il rosso vivo e il rosa. Un prosciutto dal sapore morbido, che cuochi esperti come Ferrán Adriá considerano come uno dei migliori del mercato. Il prezzo di un prosciutto di 7 kg può oscillare tra i 450 e i 530 Euro.

Informazione sul prosciutto Pata Negra

Il Prosciutto Pata Negra - Prosciutto Patanegra

Informazione sul prosciutto Pata Negra spagnolo:

Andalusia (Jabugo),  Extremadura (Montanchez) e Salamanca (Guijuelo)  sono sinonimo di pascoli soleggiati e punteggiati di querce secolari.

Qui, i maiali neri iberici vengono allevati allo stato brado, si nutrono delle ghiande dolci che cadono dalle querce e di cereali, divenendo così “Pata Negra“, in tutto il pianeta garanzia di qualità e gusto inconfondibile.

Il prosciutto Iberico di Bellota, jamón ibérico de bellota (questo è il nome ufficiale del Pata Negra) è considerato il prosciutto più buono al mondo: checché se ne dica, nel momento in cui lo si assaggia se ne rimane rapiti.

Le nostre papille gustative assopite vengono risvegliate tutto d’un tratto all’incontro con quel grasso color corallo e quella carne d’un rosso intenso, capaci soltanto di estasiare.

Jamon Iberico Pata Negra

Gustare il Pata Negra

Un’esperienza enogastronomica unica che coinvolge i nostri sensi facendoli capitombolare nell’universo del gusto, e facendoci riscoprire l’arte del mangiare lentamente godendo ogni singolo boccone.

La lentezza è il segreto di un’opera d’arte come il Pata Negra e noi, fruitori privilegiati di questa meraviglia culinaria, dobbiamo riservarle un posto d’onore sulle nostre tavole, magari abbinandola a un rosso leggero e, se possibile, a una giornata di sole.

Prisciutto Pata Negra Bellota

Il pregio del Pata Negra

I maiali neri iberici, tipicamente grassi, ma con le zampe molto longilinee, si nutrono di ghiande ricche di acido oleico, lo stesso presente nelle olive: il loro grasso assorbe così in maniera lenta e naturale quel sapore unico che giunge fino alle nostre tavole.

Dunque, il grasso del prosciutto risulterà chimicamente simile al grasso vegetale, ricco perciò di colesterolo “buono”.

I locali hanno affibbiato ai loro maiali lo scherzoso nomignolo di “olive con le zampe”.

A ben vedere, lungi dall’essere un esperimento mal riuscito, le olive con le zampe costituiscono una fonte di ricchezza e prestigio incredibile per la Spagna.

Per questo, lo Stato è attentissimo all’allevamento del maiale nero iberico: le regole sono precise e stringenti.

Un maiale, per acquisire l’ambito titolo di Jamon Iberico de Bellota, deve raggiungere i 160 kg di peso, ma non deve essere allevato in condizioni di stress né forzato nel suo processo di crescita.

Per questo motivo, non possono essere allevati più di due maiali per ettaro (soglia che assicura l’adeguato quantitativo di ghiande a ogni animale).

L’allevamento intensivo sacrificherebbe inevitabilmente un prodotto tanto raffinato rendendolo dozzinale.

Oltre all’allevamento boschivo, il segreto del Pata Negra sta nella macellazione, eseguita con apposite tecniche volte a ridurre al minimo possibile lo stress sulle carni e, infine, la lunga stagionatura, che va da un minimo di 24 mesi fino a un massimo di 48.

Crema di zucchine con trucioli di prosciutto iberico

OLYMPUS DIGITAL CAMERAAdesso che l’estate è finita da quasi un mese e l’autunno si è installato, piano piano il caldo sparisce mentre arriva il fresco insieme alla melancolica percezione del tempo che fugge, anima e corpo richiedono come alimento piatti più riconfortanti a casa soprattutto di sera.

Perciò vi presentiamo questa volta una ricetta di crema di zucchine con uno dei nostri alimenti prefferiti sia come contorno che come ingrediente principale, ovvero, il prosciutto iberico.

Questa ricetta è molto semplice da prepparare ed anche molto salutare e, naturalmente, buona.

Ne abbiamo bisogno soltanto di un chilo di zucchine aprossimativamente; una cipolla grande; un pizzico di sale e due cucchiai d’olio di oliva extra vergine; ½ litro di brodo di verdure; 2 pezzi di formaggio blando a porzioni e 150 grammi di prosciutto iberico all’incirca.

Per la semplicissima elaborazione basta che mettiamo a stufare nel olio di oliva la cipolla tagliata in lamine fine e poco poi che aggiungiamo le zucchine a cubetti e continuare a stufarele per un po’. In un pentolino riscaldiamo il brodo insieme al formaggio a porzioni e dopo qualche minuto mettiamo lì le verdure e riscaldiamo per 20 minuti più o meno.

Finalmente trituriamo il miscuglio fino a raggiungere una crema omogenea senza grumi. Mettiamo le trucioli di prosciutto iberico al di sopra e serviamo calda o fredda.

Prosciutto serrano di Teruel

jamón teruelQuesta Denominazione di Origine del Prosciutto di Teruel è stata la prima a nascere in Spagna. Il suo segno (marcato sulla pelle dei prosciutti) è la stella dello scudo della provincia insieme al numero di controllo.

Fu creata nel 1984 e da quel momento è garantita la qualità del prosciutto iberico prodotto in questa zona, dove la produzione si distribuisce per tutta la provincia di Teruel (che appartiene alla regione spagnola di Aragón), anche se il proccesso di stagionatura si fa soltanto nelle località in cui l’altezza minima è di 800 metri.

Per quanto riguarda ai maiali utilizzati all’elaborazione di questi prosciutti, essi vengono nati dall’incrocio di due razze per la parte della femmina (e cioè, quella standard o Ladrace e la razza Large White) e la razza Duroc per la parte del genitore maschio. I maiali devono avere per di più un peso fra i 110 e i 130 chili, e quindi vengono sacrificati all’età di 8 o 9 mesi e castrati con 8 mesi pure.

Il peso del prosciutto deve essere sempre superiore ai 7 chili, di colore rosso e brillante nel taglio, di sapore non troppo salato.

L’alimentazione di questi maiali nei terreni della provincia di Teruel (essendo nove le regioni con posti autorizzati per la stagionatura dei prosciutti), il processo di salatura, stagionatura, ecc. sotto Denominazione di Origine è controllata e garantita dal Consiglio Regolatore ad ogni momento.

Prosciutto Denominazione di Origine: Teruel

feria_jamonteruel2012Nella Spagna sono quattro principalmente, sei complessivamente, le Denominazioni di Origine Controllate e Garantite, della maggioranza di cui abbiamo parlato ormai in articoli precedenti.

Alla Penisola Iberica troviamo quindi la produzione di prosciutti della massima qualità garantita sotto le denominazioni seguenti: Prosciutto Los Pedroches; Prosciutto di Guijuelo; Prosciutto Dehesa di Extremadura; Prosciutto di Huelva; Prosciutto di Trévelez e Prosicutto di Teruel.

Di questo ultimo ‘Prosciutto di Teruel’ ne perleremo oggi facendone un piccolo riassunto.

Questa Denominazione di Origine del Prosciutto di Teruel è stata la prima a nascere in Spagna. Fu creata nel 1984 e da quel momento è garantita la qualità del prosciutto iberico prodotto in questa zona, dove la produzzione si distribuisce per tutta la provincia di Teruel (che appartiene alla regione spagnola di Aragón), anche se il proccesso di stagionatura si fa soltanto nelle località in cui l’altezza minima è di 800 metri.

Per quanto riguarda ai maiali utilizzati all’elaborazione di questi prosciutti, essi vengono nati dall’incrocio di due razze per la parte della femmina (e cioè, quella standard o Ladrace e la razza Large White) e la razza Duroc per la parte del genitore maschio. I maiali devono avere per di più un peso fra i 110 e i 130 chili, e quindi vengono sacrificati all’età di 8 o 9 mesi e castrati con 8 mesi pure.

Prosciutti Spagnoli ‘Denominazione di Origine’

cerdo-durocCon questo post incominciamo una serie di articoli sui prosciutti spagnoli classificati sotto la Denominazione d’Origine Controllata e Garantita, che possiamo trovare nella Penisola Iberica ben differenziati fra di loro rispetto alla maniera in cui sono stati elaborati, per ciò che riguarda al tempo di stagionatura ed altri procedure diverse ma tutte sottomessi a stretti controlli per garantire la più alta qualità del prodotto.

La Denominazione di Orginie nella Spagna si stabilisce dal Consiglio Regolatore incaricato da garantire e certificare la qualità del prosciutto, regolandone tutte le sue carattersitiche così come il suo uso, la sua distribuzione, il prezzo, ecc. ai mercati.

Così, in Spagna, tutti i prosciutti di queste caratteristiche sono sottomessi a controlli di qualità per verificare che il processo di salatura sia stato adeguato, insieme al tempo di elaborazione ed infine di etichettamento. Dopo di questi controlli i prosciutti dovranno portare appunto un’etichetta ed un sigillo allo zoccolo.

L’etichetta indicherà la provenienza del prosciutto, e la Denominazione di Origine Controllata e Garantita a cui esso appartiene.

Come comprare un prosciutto Pata Negra di qualità

Prosciutto Pata Negra

Di seguito troverete alcuni preziosi consigli per acquistare un prosciutto Pata Negra spagnolo di qualità, on-line:
Quando si sceglie un prosciutto iberico (Jamon Iberico), deve essere riportata chiaramente la qualità di quest’ultimo.
Innanzitutto, bisogna verificare la sua provenienza.
Un prosciutto iberico può essere della regione di Estremadura, di Huelva, di Cordova o di Salamanca.

Tra le caratteristiche del prosciutto pata negra, deve essere riportata la varietà:
bellota, recebo o cebo.
Inoltre, dovrà comparire il periodo di stagionatura, che varia secondo la qualità, visto che il prosciutto di bellota necessita di un periodo di stagionatura più lungo rispetto agli altri.

Il prezzo del prosciutto Pata Negra:
– Prezzo prosciutto iberico “Pata Negra” di Cebo: 10€-15€/Kg.
– Prezzo prosciutto iberico “Pata Negra” di Recebo: 25€-30€/Kg.
– Prezzo prosciutto iberico “Pata Negra” di Bellota: 30€-60€/Kg.

I prosciutti iberici si distinguono per la loro forma allungata e delicata, oltre ad avere la zampa nera.
È importante che questi elementi si possano evincere dalle fotografie del prodotto e, nel caso in cui il prosciutto ricevuto non soddisfi le nostre aspettative, deve essere possibile restituirlo.

Una volta nelle nostre mani, potremo notare che il colore della carne varia dal rosa al rosso porpora e che la sua consistenza è poco fibrosa, il grasso brillante, fluido e blando al tatto.

La marca non è tra le cosa più importanti quando si desidera comprare un prosciutto pata negra di qualità considerato che molti fabbricanti mediocri investono ingenti somme in pubblicità mentre altri, meno conosciuti, producono prosciutti di altissima qualità artigianalmente, pur non avendo le risorse per farsi conoscere.

La cosa più importante è acquistarli in negozi che offrano una buona garanzia e la opzione di restituire il prodotto se non rispecchia le caratteristiche annunciate.

In Spanishtaste.it potrà sempre trovare i migliori prosciutti iberici, potendo contare su un attento servizio di assistenza clienti nel caso in cui ci fosse qualsiasi problema con l’acquisto.

Per più informazione:
info@spanishtaste.com
Tel. (+34) 91 831 11 19.

Più consigli per distinguere un prosciutto iberico di ghianda

guijuelo-jamon--478x270

Sull’argomento c’è stato scritto molto a lungo, anche qua sul blog di Spanishtaste. Non è comunque eccessivo che lo facciamo ancora una volta ed elenchiamo riassumendo le caratteristiche principali che distinguono un prosciutto iberico di ghianda di prima qualità dal prosciutto crudo serrano comune.

Questa lista di consigli cerca di guidare a qualsiasi tipo di persona nel processo di scleta di un buon prosciutto (sia in ristoranti che ai mercati, ecc.) per portare a casa senza pericolo di sbagliarsi.

 

Caratteristiche del prosciutto iberico di qualità:

-Lo zoccolo e l’osso lungo devono essere sottile e lungo rispettivamente, dato che i maiali iberici di pura razza ne hanno un corpo più stilizzato, le sue ossa ed arti sono perciò più lunghi.

-Il grasso dei maiali alimentati in libertà soltanto di ghiande è molto caratteristico pure: deve essere soffice e morbido al tatto. Il colore è anche determinante, e cioè, un prosciutto iberico di ghianda ne avrà un grasso di colore giallo un po’ scuro, dorato, i cui è segno di una stagionatura più lunga.

-Il peso del buon prosciutto iberico di ghianda è compresso fra i 6,5 ed i 8,5 chili.

-Il prezzo è forse il fattore più indicativo e facile da riconoscere, dato che il prosciutto iberico di ghianda è molto più laborioso e costoso da produrre, quindi è di solito abbastanza elevato. Non dobbiamo pertanto fidarci di un prezzo troppo basso, in quel caso non saremo di certo davanti a un vero prosciutto iberico di ghianda.

Florencio Sanchidrián, maestro ‘jamonero’

florencioParalavamo di lui la settimana scorsa con motivo del suo viaggio a Buenos Aires, Argentina, per appoggiare la candidatura olimpica della città di Madrid per i Giochi di 2020. Il suo nome è Florencio Sanchidrián, di professione jamonero, ed i suoi coltelli e la sua maniera di tagliare il prosciutto iberico l’hanno fatto diventare famoso, soprattutto nelle feste più esclusive di Hollywood, alle Olimpiade, alle partite di calcio di prima categoria ed in diversi competizioni sportive spagnole ed internazionali.

Figlio di allevatore, Florencio Sanchidrián è proprietario di due ristoranti nella Spagna (El Rincón del Jabugo ad Ávila e Venta del Matadero nella capitale spagnola, Madrid), è perfettamente capace di parlare di prosciutto come del tempo, durante ore: ‘Il prosciutto è un prodotto unico, alimentato dai quattro elementi basilari: terra, fuoco, acqua e vento, i cui cibano la sua anima”.

La sua famma crebbe col tempo e ormai, dopo trent’anni di tagli, ha servito degli aperitivi (delle tapas in spagnolo) a personaggi internazionali di Hollywood tra i cui si trovano Al Pacino, Robert de Niro, Richard Gere, ecc.

Nell’ambito sportivo i suoi clienti si trovano anche fra gli sportivi più famosi, come Rafael Nadal, oppure dei club spagnoli come il Barcelona.

Florencio Sanchidrián si lascia guidare dal prosciutto stesso per tagliarlo, inseguendo le smagliature e le forme del grasso. Lui dichiara come il prosciutto iberico non sia soltanto un’alimento in più, e come lo si deve trattare con la cura speciale, per esempio facendo il taglio con una temperatura mai sotto i 24 gradi.